Come minimizzare la frequenza dei fermi macchina

Tempo di Lettura: 3 minuti - Livello di Difficoltà: medio

Uno degli obiettivi di un end user è quello di avere fermi macchina poco frequenti, così da massimizzare la produzione e garantire dei costi minimi di manutenzione. Ma questo è possibile quando si parla di funzioni di sicurezza?

É possibile ridurre la frequenza dei fermi macchina?

La risposta a questa domanda non è così immediata, ma la IEC 61511 ci fornisce un supporto per dare una risposta.

Innanzitutto, è necessario definire cosa è un proof test. I fermi macchina sono necessari per effettuare delle prove tali da permettere il rilevamento dei guasti latenti all’interno del processo.

 

Approfondimento consigliato:

 

I guasti latenti potrebbero rivelarsi in due situazioni:

  • Quando viene richiesta la funzione di sicurezza
  • Quando vengono effettuate dei test di prova in fase di manutenzione.

 

È facile comprendere che i test di prova servono per prevenire che un guasto si rilevi quando si ha bisogno della funzione di sicurezza. Questa è la condizione per cui può avvenire l’evento pericoloso.

Per minimizzare la frequenza dei fermi macchina, prima di tutto è necessario avere l’obiettivo SIL, determinato da una analisi dei rischi fatta sul processo.

 

Maggiori informazioni:

 

Consigli per massimizzare il Proof Test Interval

In funzione del SIL target, e quindi della probabilità di fallimento su domanda (PFDavg), è possibile capire su quali parametri intervenire per massimizzare il Proof Test Interval. Ecco come:

  • Scegliere dispositivi con tassi di guasto migliori.
  • Utilizzare architettura ridondante.
  • Incrementare l’efficacia (Diagnostic Coverage) e la frequenza (Diagnostic Test Interval) della diagnostica. La diagnostica permette di effettuare dei test online, quindi in marcia, permettendo di verificare parzialmente la presenza di guasti latenti.
  • Minimizzare i guasti di causa comune (CCF) tra architetture ridondanti.
  • Prevedere dei bypass, opportunamente gestiti ed in condizioni predeterminate, per fare della manutenzione online.
  • Incrementare l’efficacia dei proof test (Proof Test Coverage)

 

Hai bisogno di assistenza immediata per la conformità secondo la norma IEC 61511?

 

Contattaci

Vuoi aiutare la nostra pagina a crescere?

Seguici su Linkedin oppure Iscriviti alla nostra newsletter

 

Torna all'elenco degli articoli
Send this to a friend