Revamping impianti: come ripristinare la conformità macchine

Tempo di Lettura: 6 minuti - Livello di Difficoltà: medio

Perché i progetti di revamping impianti in ambito safety spesso falliscono? Partiamo da questa domanda per capire come ottemperare agli obblighi di legge in maniera sistematica.

A quale requisito devono rispondere le attrezzature installate in azienda

Il D.lgs. 81/08 impone i requisiti ai quali devono rispondere le attrezzature installate in azienda, ossia l’obbligo di marcatura CE per tutte le macchine in Italia, fatto salvo per le attrezzature di lavoro costruite in assenza di disposizioni legislative. La legge si riferisce in tal senso alle attrezzature costruite prima del 1996, anno di recepimento della Direttiva Macchine per le quali risulta sufficiente la conformità ai requisiti minimi di sicurezza (dichiarazione di conformità all’allegato V del D.Lgs. 81/08).

Per ulteriori approfondimenti, visita la sezione FAQ sulla Direttiva Macchine 2006/42/CE.

 

Perché spesso i progetti di revamping impianti falliscono

Dalla nostra esperienza nei progetti revamping per la messa a norma macchine, abbiamo riscontrato spesso casi in cui l’adeguamento delle macchine non marcate CE non venga portata a termine; questo per una serie di cause:

  • Talvolta l’ostacolo è la mancanza di una chiara strategia di certificazione, delle priorità di intervento e della conseguente definizione di un piano di ripristino basato su budget economici realistici
  • Spesso all’interno del personale di stabilimento non vi sono risorse specializzate in sicurezza macchine. In molti casi, viene inoltre confuso il rispetto dell’art 70 D.lgs 81/08 (conformità prodotto) all’art 71 (gestione di un prodotto già conforme).
  • Il tema della marcatura CE macchine (o All. V) viene generalmente è assegnato all’ufficio Prevenzione e Protezione, che però ha tutt’altro da fare ed ha competenze ben diverse.
  • La mancanza di ingegneria interna strutturata per trasformare le non conformità segnalate in soluzioni tecniche pratiche permette di rintracciare il problema, ma non di applicare la corretta soluzione.
  • Per questo, le soluzioni per l’adeguamento delle macchine non marcate CE non sono tecnicamente solide, e non risultano basate su norme tecniche armonizzate alle direttive applicabili al prodotto (macchina), pregiudicandone in questo modo la conformità.
  • Tendenzialmente l’attività non è mai chiusa in modo formale con la presa di responsabilità da parte di chi progetta le soluzioni (Marcatura CE oppure dichiarazione di conformità Allegato V D.gs. 81/08).
  • La mancata gestione dei processi, change management o l’acquisto di nuove macchine o integrazioni alle linee, in corso d’opera compromettono il progetto di revamping macchine.
  • La frammentazione delle attività tra molti fornitori con differenti livelli e metodologie di approccio alla materia nuoce all’intero processo. In tal senso, è fondamentale avere un unico driver ed un unico referente interno.

 

Come portare a termine un processo di revamping macchine

Sulla base dell’esperienza sul campo, la proposta di H-ON Consulting inizia con l’attività di GAP Analysis, fase di partenza dell’intero processo di messa a norma macchine e di adeguamento della macchine non marcate CE.

 

La GAP Analysis è l’attività di partenza di un progetto di revamping impianti articolata su 3 fasi:

  1. Identificazione della documentazione di conformità esistente. In questa fase sono selezionate le attrezzature all’interno del parco macchine dalle quali iniziare ad impostare l’intero processo di ripristino conformità (marcatura CE o All. V). Le macchine sono quindi discriminate in base a rischiosità, frequenza d’uso, possibili migliorie in termini di produzione e investimento, presenza di potenziali gap di conformità rispetto ai requisiti di legge
  2. Individuazione della strategia di conformità, durante la quale i nostri tecnici conducono un’ispezione preventiva del parco macchine, al fine di chiarirne la composizione sulla base di macchine marcate CE e macchine non marcate CE, e di costruire la strategia di certificazione degli assiemi
  3. Stima investimento progetto, col quale saranno stimati i costi per le modifiche tecniche (CE o non CE) e i tempi necessari per lo svolgimento del progetto

A seguito, andiamo a definire il piano di intervento per il ripristino della conformità macchine, ossia le azioni successive, tenendo conto dei criteri di cui ai punti elencati e della priorità di intervento.

 

Per saperne di più sul servizio di GAP Analysis, guarda il video

Per richiedere maggiori informazioni

 

Contattaci

 

Revamping impianti: le azioni successive

La GAP Analysis è un’attività da svolgersi sull’intero stabilimento (o su più stabilimenti), alla quale seguono azioni mirate da eseguire sulle singole macchine o linee produttive.

Le principali azioni sono riassunte in questo schema:

revamping impianti schema progetto
Visualizza lo schema in full screen

 

Parallelamente al progetto di revamping devono essere messe in atto attività di formazione tecnico-gestionale e di revisione dei processi aziendali, in modo da rendere definitivo il piano di ripristino.

 

Parliamo di progetti

Il nostro pool di specialisti in Machinery Conformity Restoring vanta una vasta esperienza operativa nei diversi settori, ad esempio nel siderurgico, chimico, pharma, food & beverage, vetro e molti altri, grazie alla capacità di fornire un servizio chiavi in mano customizzabile in base alle tempistiche del cliente.

Fra le opzioni aggiuntive, offriamo la possibilità di emissione della dichiarazione CE a nome H-ON Consulting e di avvalersi di strumenti tecnologici di ultima generazione creati per facilitare al massimo le fasi più critiche dell’intero processo di revamping impianti:

  • DIV-CO è un sistema di collaborazione basato su ispezione remota per la gestione dei sopralluoghi del parco macchine dotato di tecnologie di conference room per la discussione remota dei documenti tecnici, tecnologie che permettono di ottimizzare lo scheduling dei lavori.
  • H-DOCS è un software per il monitoraggio della conformità che agevola l’archiviazione, l’aggiornamento e la modifica dinamica dei documenti tecnici dell’intero parco macchine in ottica di mantenimento della conformità a seguito di successivi ammodernamenti, modifiche e scadenze.

 

Dicono di noi

“Their engineers are really helpful, highly knowledgeable and very competent. As a business we have found them to be professional at all times.” Duferdofin Nucor – Scarica il file

“H-ON Consulting has proven to have a high level of technical expertise and excellent project management skills.” – Unilever (Algida) – Scarica il file

 

Hai trovato utili queste informazioni? Per saperne di più sui nostri servizi di revamping impianti

 

Contattaci

oppure

Torna all'elenco degli articoli
back top

Send this to a friend