Marcatura CE Macchine

Consulenza Direttiva Macchine e Nuovo Regolamento Macchine per la fabbricazione in Europa
Le regole per l'apposizione del marchio CE fanno riferimento alla Direttiva Macchine 2006/42/CE e al Nuovo Regolamento Macchine di prossima entrata in vigore.

Richiedi supporto per la conformità ai requisiti di sicurezza cogenti per le attrezzature immesse nel mercato europeo

L’elevata specializzazione nella consulenza sulla Direttiva Macchine e l’esperienza operativa come costruttori e progettisti di macchine e sistemi di automazione ci consentono di riservare ai fabbricanti un supporto tecnico completo per il rispetto dei requisiti di sicurezza e apposizione del marchio di conformità CE.

Guidiamo il cliente attraverso tutto il processo di assessment, dalla creazione della documentazione necessaria, fra cui la documentazione relativa alla valutazione dei rischi, le istruzioni per l’uso e la costruzione del fascicolo tecnico, che permettono di immettere sul mercato europeo macchine e componenti industriali per un uso in completa sicurezza.

La Direttiva Macchine 2006/42/CE si integra con le direttive di prodotto armonizzate applicabili a determinate tipologie di macchine o destinazioni d’uso, quali:

  • ATEX (2014/34/UE), requisiti di conformità per impianti utilizzati in atmosfere a rischio di esplosione
  • LVD (2014/35/UE), requisiti di conformità per il materiale elettrico a bassa tensione
  • EMC (2014/30/UE), requisiti di conformità per la compatibilità elettromagnetica delle apparecchiature elettriche o elettroniche

 

Dopo 15 anni dall’ultimo aggiornamento, anche la Direttiva Macchine 2006/42/CE necessita di innovazione. Per questo, il 21 aprile 2021 è uscito il testo della proposta per il Nuovo Regolamento Macchine.

Al centro del Nuovo Regolamento ci saranno proprio lo sviluppo tecnologico delle macchine e i possibili rischi indotti dall’IoT, dall’AI, dallo scambio di dati fra IT e OT e dall’esposizione agli attacchi cyber capaci di compromettere il funzionamento dei sistemi e quindi la sicurezza delle persone.

È quindi sempre più vicina l’obbligatorietà per i costruttori di rivedere le modalità di Risk Assessment, a garanzia della  delle sicurezza delle macchine nel mercato europeo.

FAQ

La Direttiva Macchine (versione attuale DM 2006/42/CE) è la normativa che ha lo scopo di armonizzare i requisiti di sicurezza e di tutela della salute applicabili alle macchine sulla base degli standard di protezione della salute e sicurezza per garantire la libera circolazione delle attrezzature nel mercato Europeo. In Italia la Direttiva Macchine 2006/42/CE è entrata in vigore con il D.lgs. 27 gennaio 2010 n. 17 che ha sostituito la Direttiva 98/37/CE.

All’art. 2 Punto 1 la Direttiva Macchine definisce “macchina” l’Insieme equipaggiato o destinato ad essere equipaggiato di un sistema di azionamento diverso dalla forza umana o animale diretta, composto di parti o di componenti, di cui almeno uno mobile, collegati tra loro solidamente per un’applicazione ben determinata. Inoltre, precisa che rientrano nella definizione di macchine anche:

  • gli insiemi ai quali mancano solamente elementi di collegamento al sito di impiego o di allacciamento alle fonti di energia e di movimento
  • gli insiemi pronti per essere installati e che possono funzionare solo dopo essere stati montati su un mezzo di trasporto o installati in un edificio o in una costruzione
  • gli insiemi di macchine o di quasi-macchine che per raggiungere uno stesso risultato sono disposti e comandati in modo da avere un funzionamento solidale
  • gli insiemi di parti o di componenti, di cui almeno uno mobile, collegati tra loro solidalmente e destinati al sollevamento di pesi e la cui unica fonte di energia è la forza umana diretta

All’interno del mercato europeo, tutte le macchine così definite dalla Direttiva sono soggette alla marcatura CE obbligatoria.

Sono escluse dal campo di applicazione della Direttiva Macchine:

  • le navi marittime e le unità mobili offshore e le macchine installate a bordo di tali navi e/o unità
  • gli ascensori utilizzati nei pozzi delle miniere
  • mezzi di trasporto per via aerea, per via navigabile o su rete ferroviaria escluse le macchine installate su questi veicoli
  • prodotti elettrici ed elettronici oggetto della Direttiva Bassa Tensione 2014/35/UE
  • tutte le armi
  • i trattori agricoli e forestali

Suggerimenti

FAQ Direttiva Macchine 2006/42/CE
cyber security industry 4.0

Perché sceglierci

  • Abbiamo oltre 20 anni di esperienza nell’assistenza per la conformità alla Direttiva Macchine
  • Assicuriamo supporto completo per il design sulla sicurezza
  • Garantiamo il totale adeguamento ai tempi di progetto da voi previsti
  • Vi supportiamo nella predisposizione del modello di dichiarazione di conformità

Per maggiori informazioni su questo servizio o per richiedere una quotazione