Tutto quello che devi sapere per ottenere il certificato di conformità EAC

Tempo di Lettura: 6 minuti - Livello di Difficoltà: medio

Scopriamo di più sullo schema di certificazione EAC: cos’è, in quali Paesi la certificazione è obbligatoria, come ottenerla e sulla base di quali regolamenti, chi la rilascia e a quale costo. Insomma, tutto ciò che hai bisogno di sapere per esportare in Russia e nel mercato eurasiatico.

Cos’è la certificazione EAC e per quali Paesi è richiesta

Nell’ultimo decennio, l’Unione Economica Euroasiatica, composta da Federazione Russa, Armenia, Bielorussia, Kazakhistan e Kirghizistan, ha introdotto nuovi regolamenti che prevedono la certificazione EAC obbligatoria dei prodotti industriali e di consumo e la loro marcatura EAC per poter accedere a tali mercati. Se sei un produttore e vuoi iniziare il tuo business in Russia o negli altri Paesi limitrofi, allora devi obbligatoriamente richiedere il certificato di conformità EAC.

La certificazione EAC è quindi un requisito inderogabile, molto spesso inserito all’interno delle specifiche dei contratti di fornitura, per esportare in Russia e negli altri Paesi EAEU.

Inoltre, il certificato EAC è obbligatorio anche per la distribuzione nei Paesi del CSI (Azerbaijan, Ucraina, Moldavia, Tagikistan, Uzbekistan e Turkmenistan). Il marchio viene applicato sui prodotti che hanno superato tutti i test di conformità ai requisiti tecnici cogenti per i Paesi membri dell’Unione Economica Eurasiatica.

La conformità può essere formalizzata sotto forma di certificazione o di dichiarazione, seriale o di lotto.

Il marchio EAC ha la stessa funzione del marchio CE; tuttavia il sistema EAC e il sistema CE sono molto diversi fra loro.

I Regolamenti tecnici EAEU sono in parte ispirati alla legislazione europea, ma sussistono differenze sostanziali riguardo al campo di applicazione, alla documentazione tecnica e allo svolgimento delle procedure di valutazione della conformità.

Anche le logiche di verifica doganale sono molto più severe rispetto a quelle praticate nella Comunità Europea, così come lo sono le pratiche applicate dagli enti di certificazione e dai laboratori nell’emissione dei certificati e nella registrazione delle dichiarazioni di conformità. Il mondo della certificazione EAC è molto rigido e deve essere affrontato necessariamente in lingua russa.

I regolamenti tecnici sono basati sulle norme GOST e hanno lo scopo di armonizzare i requisiti di conformità con le norme europee ed internazionali, sostituendo ed attualizzando le normative nazionali di ciascun Paese membro e gestendo l’area eurasiatica come una comunità omogenea.

Hai trovato utili queste informazioni? Contattaci per conoscere i nostri servizi per la certificazione EAC, oppure continua a leggere per saperne di più!

Quali sono i regolamenti EAC in vigore e per quali prodotti

Sono qui elencati i regolamenti euroasiatici più rilevanti per il mondo industriale:

  • CUTR 001/2011 sulla sicurezza del materiale rotabile ferroviario
  • CUTR 002/2011 sulla sicurezza del trasporto ferroviario ad alta velocità
  • CUTR 003/2011 sulla sicurezza dell’infrastruttura di trasporto ferroviario
  • CUTR 004/2011 sulla sicurezza delle apparecchiature a bassa tensione
  • CUTR 010/2011 sulla sicurezza di macchinari e attrezzature
  • CUTR 012/2011 sulla sicurezza delle attrezzature per lavori in atmosfere esplosive
  • CUTR 016/2011 sulla sicurezza dei veicoli che funzionano con carburante gassoso
  • CUTR 017/2011 sulla sicurezza dei prodotti dell’industria leggera
  • CUTR 019/2011 sulla sicurezza dei dispositivi di protezione individuale
  • CUTR 020/2011 sulla compatibilità elettromagnetica dei mezzi tecnici
  • CUTR 032/2013 sulla sicurezza delle apparecchiature che funzionano a pressione eccessiva
  • CUTR 037/2016 sulla restrizione dell’uso di sostanze pericolose nei prodotti elettrici e elettronici
  • CUTR 041/2017 sulla sicurezza dei prodotti chimici
  • CUTR 043/2017 sui requisiti per la sicurezza antincendio e i mezzi antincendio

Per quanto riguarda i prodotti di consumo ed altri prodotti, dobbiamo invece fare riferimento ai seguenti regolamenti:

  • CUTR 005/2011 sulla sicurezza degli imballaggi
  • CUTR 006/2011 sulla sicurezza dei prodotti pirotecnici
  • CUTR 007/2011 sulla sicurezza dei prodotti destinati a bambini e adolescenti
  • CUTR 008/2011 sulla sicurezza dei giocattoli
  • CUTR 009/2011 sulla sicurezza di profumi e cosmetici
  • CUTR 011/2011 sulla sicurezza degli ascensori
  • CUTR 013/2011 Informazioni sui requisiti per benzina automobilistica e aeronautica, diesel e combustibile per uso marittimo, carburante per motori a reazione e olio combustibile
  • CUTR 014/2011 sulla sicurezza stradale
  • CUTR 015/2011 sulla sicurezza del grano
  • CUTR 018/2011 sulla sicurezza dei veicoli a ruote
  • CUTR 021/2011 sulla sicurezza dei prodotti alimentari
  • CUTR 022/2011 per prodotti alimentari in termini di etichettatura
  • CUTR 023/2011 Regolamentazioni tecniche per i succhi di frutta e verdura
  • CUTR 024/2011 Norme tecniche per prodotti petroliferi e grassi
  • CUTR 025/2011 sulla sicurezza dei prodotti di arredamento
  • CUTR 026/2011 sulla sicurezza delle piccole navi
  • CUTR 027/2011 sulla sicurezza di alcuni tipi di prodotti alimentari specializzati, compresa l’alimentazione dietetica terapeutica e preventiva dietetica
  • CUTR 028/2011 sulla sicurezza degli esplosivi e dei prodotti a base di essi
  • CUTR 029/2011 requisiti di sicurezza per additivi alimentari, aromi e coadiuvanti tecnologici
  • CUTR 030/2011 sui requisiti per lubrificanti, oli e fluidi speciali
  • CUTR 031/2011 sulla sicurezza dei trattori agricoli e forestali e dei loro rimorchi
  • CUTR 033/2011 sulla sicurezza del latte e dei prodotti lattiero-caseari
  • CUTR 034/2011 sulla sicurezza della carne e dei prodotti a base di carne
  • CUTR 035/2011 Regolamento tecnico per i prodotti del tabacco
  • CUTR 036/2011 Requisiti per i gas di petrolio liquefatti da utilizzare come combustibile
  • CUTR 038/2011 sulla sicurezza delle attrazioni
  • CUTR 039/2011 sui requisiti per i fertilizzanti minerali
  • CUTR 040/2011 sulla sicurezza del pesce e dei prodotti a base di pesce
  • CUTR 042/2011 sulla sicurezza delle attrezzature per campi da gioco per bambini
  • CUTR 044/2011 sulla sicurezza dell’acqua potabile confezionata, compresa l’acqua minerale naturale
  • CUTR 045/2011 sulla sicurezza dell’olio preparato per il trasporto e (o) l’uso
  • CUTR 046/2011 sulla sicurezza del gas naturale combustibile preparato per il trasporto e (o) l’uso
  • CUTR 047/2011 sulla sicurezza dei prodotti alcolici

 

Il processo per ottenere il certificato di conformità EAC

Il processo di certificazione per i prodotti destinati ai Paesi del CSI e dell’area Eurasiatica prevede una serie di fasi:

  • Identificazione dei regolamenti e delle norme tecniche applicabili al prodotto in funzione dei codici doganali e analisi del campo di applicazione dei diversi regolamenti
  • Scelta dello schema di certificazione e valutazione dei prodotti da certificare mediante lotti o produzione seriale e dei necessari adempimenti
  • Identificazione e nomina del rappresentante autorizzato richiesto obbligatoriamente dalla legge, che rappresenta ufficialmente il fabbricante nel territorio euroasiatico e che può essere un distaccamento dell’azienda sul territorio o una società terza con mandato specifico
  • Scelta del centro di certificazione. Si tratta di un passaggio da affrontare in maniera accurata: è fondamentale accertarsi delle competenze del centro di certificazione e che questo sia flessibile e affidabile
  • Valutazione di conformità, analisi della sicurezza e redazione del Justification of Safety, ossia della relazione sulla sicurezza del prodotto in conformità con GOST 33855-2016, che include tutte le rilevanti informazioni sulla sicurezza e conformità del prodotto
  • Emissione delle istruzioni operative, ossia del manuale in lingua russa, in conformità con i requisiti delle norme GOST 2610 e dei regolamenti tecnici applicabili. Notare che i centri di certificazione eseguono verifiche approfondite su questo fronte
  • Preparazione del passaporto tecnico, ossia un documento specifico richiesto dai regolamenti relativo al prodotto, alla sua costruzione e collaudo
  • Creazione del fascicolo tecnico da consegnare al centro di certificazione, che include tutta la documentazione relativa al prodotto (da redigere in lingua russa)
  • Condivisione della documentazione con l’ente di certificazione e riesame congiunto (con l’aiuto di esperti tecnici), in modo da risolvere eventuali problematiche e gestire le richieste del centro di certificazione
  • Conduzione degli audit e/o delle prove – se richiesto dal centro di certificazione -, che sono previste dai regolamenti tecnici per poter validare il prodotto in funzione della tipologia di certificazione richiesta (se seriale o di lotto).

Qualora l’esito dei controlli sia positivo, il centro di certificazione provvede alla registrazione delle dichiarazioni o dei certificati di conformità nei registri ufficiali; in caso contrario sarà comunque possibile ripetere i test di conformità ed ottenere il certificato di conformità EAC.

 

Chi rilascia la certificazione EAC e quanto costa

I certificati CUTR sono rilasciati dai centri di certificazione o dalle autorità nazionali (ove richiesto). Le tempistiche per l’ottenimento della certificazione EAC variano in base alla complessità del prodotto e alla eventuale necessità di apportare modifiche al design del prodotto. Anche il costo varia conseguentemente alla complessità del prodotto.

Per aiutare le aziende a districarsi nel mondo della certificazione EAC ottimizzando costi e tempi, abbiamo dedicato una squadra di specialisti in materia e di tecnici di madrelingua russa per garantire una comunicazione più efficace con gli enti russi. Specializzati in certificazione dei prodotti industriali, guidiamo i fabbricanti e i main contractor dall’inizio del progetto, compresa la fase di offerta, la scelta dell’ente ideale per la certificazione, la fornitura di un rappresentante autorizzato presso l’Unione Doganale e fino al totale completamento della certificazione, che comprende anche la traduzione dei documenti in russo e la discussione finale con l’ente di certificazione. Mettiamo a disposizione la nostra esperienza al fine di integrare o creare manuali di istruzioni d’uso e manutenzione del prodotto, passaporti tecnici, analisi dei rischi e report sulla sicurezza del prodotto.

EAC non è l’unico schema di certificazione possibile per la Russia e per i Paesi eurasiatici. Altre tipologie di certificazione – volontaria e non – sono entrate recentemente in vigore. Stiamo parlando di Intergazcert, del Russian Maritime Register of Shipping (RMRS) e di FSTEC. Leggi l’articolo completo per saperne di più.

 

 

Dicono di noi

 

“We hereby certify that H-ON Consulting has been a supplier for our company proving support for EAC Certification of windshields, according to CU TR 001/2001. The supplier has been distinguished by the professionalism of the management …”  Saint Gobain – Scarica il file

With this letter we confirm that H-ON Consulting has been consulting our company in the field of O&G with the aim to obtain EAC and UL certifications. We have found their level of technical know-how, proactivity and availability unmatched.– CCS a Frigel Group Company – Scarica il file

 

Hai trovato utili queste informazioni? Per prenotare una consulenza preliminare per la certificazione EAC

 

Contattaci

oppure

Torna all'elenco degli articoli

Scopri DIV-CO Collaboration System

Il sistema di collaborazione a distanza dotato di tecnologie avanzate per la gestione delle ispezioni remote.
SCOPRI DI PIÙ
close-link
DIV-CO Collaboration System

Div-Co
Collaboration reborn

Find out more about DIV-CO, a remote collaboration system offering a high-tech alternative to manage inspections and surveys.
FIND OUT MORE
close-link
DIV-CO Collaboration Reborn
back top

Send this to a friend